Ultimi Post

Questa volta voglio darvi una ispirazione.... facendovi vedere qualche immagine delle mie ultime creazioni:






Si tratta di orecchini in stoffa cui ho dato il nome di "Campanelline".... inutile che io vi spieghi il perchè!

Sono orecchini realizzati interamente a mano....
Io sono più che sicura che molti di voi riusciranno a replicarli.... per questo motivo oggi sono qui per regalarvi l'idea.
Vi do' anche un piccolo aiuto: se scartabellate all'interno del mio blog troverete un tutorial che sarà davvero molto ma molto utile nella realizzazione degli orecchini.

Per chiunque non avesse voglia si "scervellarsi" o chi volesse acquistarli potete trovarli
A QUESTO LINK: nello shop online della Buru

Chi invece avrà pazienza, presto o tardi (chissà) troverà online nel blog il tutorial fotografico passo a passo.

Arriva l'estate!
Ecco il momento giusto per iniziare a realizzare orecchini colorati e originali!
Oggi voglio presentarvi i miri orecchini in pelle:






Cosa ci serve:
- pelle di uno o più tipi e colori
- forbici (ben venga la Big Shot)
- smalto di vari colori
- scotch di carta
- anellini per bijoux
- chiodini per bijoux
- perline
- monachelle
- fantasia e volontà


Come si fa:
Cominciamo tagliando le forme necessarie, due per tipo del cartamodello che trovate qui sotto e potete comodamente stampare:


Ora si inizia a decorare!
Posizionate le forme più grandi su una superficie e, con l'utilizzo dello scotch di carta create delle diverte sezioni che andrete a colorare con lo smalto:


Fate asciugare molto bene (per velocizzare l'operazione potete utilizzare il phon) e staccate lo scotch:

Ora applicatele nuovamente lo scotch in posizioni diverse per procedere con ulteriori decori:



Una volta asciugato il tutto la base del vostro orecchino è pronta!!

Nelle forme più piccole praticate una serie di tagli paralleli, quasi a simulare una piuma:

Ora non dovete far altro che forare con uno spillo la sommità delle vostre forme ed inserire all'interno l'anellino per bijoux.
Inserite in secondo anellino e la monachella.
L'orecchino sarebbe già bello così, se ci pensate!

Ma possiamo arricchirlo!
Infilate all'interno del chiodino per bijoux cinque o sei perline, tagliate l'eccesso di metallo e chiudete il chiodino intorno ad un altro anellino: otterrete questo:

Non dovete far altro che infilare questo ultimo anello in quello che tiene insieme le vostre foglie in pelle ed il lavoro è fatto!!


Potete sbizzarrirvi con forme e colori!

Happy Crafting e baci sparsi dalla vostra Buru
Realizzare una collana in fettuccia con frange è davvero semplicissimo.
Talmente semplice che il mio tutorial non avrà bisogno di molte foto... ma di qualche semplice spiegazione.
Ma di cosa sto parlando?
Sto parlando di collane di questo tipo:






L'unicissima cosa che vi serve è della fettuccia per borse avanzate o, ancora meglio, delle vecchie magliette.
Se volete capire come ottenere della fettuccia da vecchie, malandate ed inutilizzate magliette ve lo spiego io!!

A questo punto non dovrete fare altro che tagliare una porzione di fettuccia lunga circa 1 metro.
Tagliate ora tante altre porzioni di fettuccia di misura variabile fra i 10 e i 15 centimetri.
Prendete la vostra fettuccia lunga un metro ed iniziare ad annodate (semplicemente con un nodo ben stretto) tutte le vostre piccole porzioni di fettuccia, l'una di fianco all'altra fino ad arrivare ad una trentina di centimetri dall'altra estremità di quella che, ormai è diventata la vostra collana con le frange.

Semplicissimo!
Non vi pare??

Se doveste avere dei problemi nella realizzazione scrivetelo nei commenti... e provvedereò ad inserire qualche foto delle varie fasi della realizzazione.


Buon lavoro!!!


... E dopo un pò di tempo eccomi di nuovo qui...
beh! Dovendo tornare ho pensato di farlo con qualcosa di interessante!
Le collane in gomma crepla:

Vi dirò una cosa..... potete farne davvero di tutti i colori:

A chiunque si stesse chiedendo: "ma cosa è la gomma crepla (Detto anche Fommy)???" posso dire che ne abbiamo già parlato.
Ecco cosa ci serve:


- Gomma crepla in uno o più colori
- Perle e perline di diverse dimensioni
- Forbici
- Filo di Nylon
- Un ago
- Pinze per bijotteria
- Catenina da allungo
- Un moschettoncino o altra chiusura per bijoux
- Due conchigliette per bijoitteria
- Due chiodini da bijotteria
- Filo di silicone (forato!!!)
- Eventualmente colla a caldo
- Se avete la Big shot poi... siete a cavallo!

Iniziate con il tagliare una serie di cerchi dalla gomma crepla, anche di dimensioni diverse e successivamente combinatele insieme alla perle per avere una sorta di "progetto" della vostra collana:


Tagliate il filo di nylon (lungo circa 1 metro) e praticate uno o due nodi a circa 30 cm. da una delle due estremità.
All'altra estremità, invece, infilate l'ago ed iniziate a montare, pezzo dopo pezzo, cerchio dopo perlina, la vostra collana, secondo lo schema che avevate ideato:



Ora tagliate due pezzi di filo di silicone della stessa misura e fatevi passate all'interno, da una parte e dall'altra della collana, il filo di nylon:
Ultimate con una perlina su entrambe le estremità (passaggio molto importante!!!!!)
Ora montate i chiodini nelle conchigliette da bijotteria:

Stringetele intorno all'ultima perlina.
Volendo potete dare una punta di colla a caldo.
Realizzate, sai chiodini che fuoriescono due piccoli anelli a cui attaccherete la catenina da allungo.
In ultimo inserite la chiusura ad una delle due estremità della catenina di allungo e la vostra collana è pronta!!!



Spero di avervi dato un piccolo stimolo alla creazione!
Chiunque non volesse cimentarsi nella realizzazione delle collane in gomma crepla che avete appena visto può acquistarle sul mio negozio online.

Happy crafting my friends!







C'è poco da fare... abbiamo tutti sbagliato un lavaggio almeno una volta nella vita!
Ed ecco che il nostro bel maglione è infeltrito.
Bene! Non guardiamolo con malinconia, ma pensiamo immediatamente a come poterlo riutilizzare dandogli nuova vita!
Lo stesso vale per vecchi maglioni, magari bucati o mangiati dalle temute tarme, che proprio non ci sentiamo di buttare via!

Le immagini sono tratte nella maggior parte dei casi da Pinterest.
Ecco a voi cosa ha scelto la Buru per voi:

Un caldo paio di babbucce:

Un cappellino per bambini:

Un paio di guanti:

Un paio di scaldamuscoli:

Una borsa per l'inverno:

Una cuccia per cani:

Istruzioni a QUESTO LINK

Un vestito fai da te per il vostro cane:

Un cuscino:


Decorazioni per la vostra casa:


Un originale porta vasi:

Spero di avervi dato qualche spunto per i vostri lavori creativi...
Happy crafting!


Ero scetticissima!
Lo confesso!
Credevo che non sarei mai riuscita a fare i ravioli al vapore tipici della cucina cinese senza ottenere una pasta troppo spessa, magari mezza cruda.... insomma! Immaginavo un disastro!
Poi ho pensato che tentar non nuoce ed ho tentato!
Il risultato è stato pienamente soddisfacente!

I ravioli al vapore possono essere preparati in anticipo e scaldati (naturalmente a vapore).
In casa mia li hanno trovati buoni anche il giorno dopo!!
Naturalmente vanno accompagnati da salsa di soia
La ricetta che vi propongo prevede che voi prepariate i ravioli con entrambe gli impasti, ma a seconda del vostro gusto potete scegliere di farli solo di carne o solo di carne e pesce dimezzando semplicemente la quantità degli ingredienti dell'impasto e mantenendo inalterato il procedimento.
Cosa ci serve:
Per la pasta:
- 250 grammi di farina
- 120 grammi si acqua
- 20 grammi di olio

Per il ripieno di carne:
- 250 grammi di carne macinata di vitello (la ricetta originale richiederebbe il maiale)
- 1 carota
- 1 porro
- olio q.b.
- salsa di soia
- sale q.b.
Per il ripieno di pesce:
- 150 grammi di surimi
- 100 grammi di carne macinata di vitello
- 1 carota
- 1 porro
- olio q.b.
- zenzero in polvere
- sale
Per la cottura:
- 800 grammi di acqua
- una verza

Come si fa:
L'impasto
Cominciamo con il preparare la pasta: inseriamo tutti gli ingredienti nel boccale e azioniamo il Bimby: 25 secondi velocità 5.
Tiriamo fuori dal boccale l'impasto, rovesciandolo di un piano infarinato.
Noterete che è possibile che non si sia formata la classica "palla" di impasto, ma non appena lo lavorerete con le mani diventerà immediatamente un panetto morbido e liscio.
Lasciatelo riposare almeno 30 minuti sotto ad un canovaccio umido.
Sciacquate il boccale.
Il Ripieno - operazione preliminare:
Inserite nel Bimby le due carote ed il porro e frullate: 10 secondi velocità 5
Aggiungete 30 grammi di olio e attivate il Bimby: 5 minuti, 100°, velocità 2
Lasciate metà del trito all'interno del boccale e mettete da parte l'altre metà.
Una metà servirà per i ravioli di carne e l'altra porzione per i ravioli di carne e pesce.
Il ripieno di carne e pesce:
Inserite nel boccale il surimi e la carne tritata, un pizzico di zenzero ed un pizzico di sale.
(Nel boccale era già presente metà del trito di carota e porri preparato in precedenza)
Azionate il Bimby: 10 secondi velocità 5.
Mettete da parte e lavate il boccale.
Il ripieno di Carne:
Inserite all'interno del Bimby il trito di porro e carota che avevate messo da parte, ed azionate il Bimby: 18 minuti, Varoma, velocità 2, antiorario.
Con le lame in movimento inserite all'interno del boccale, attraverso l'apposito foro sul coperchio la carne macinata.
Cuocete con il misurino sul coperchio.
Dopo 10 minuti inserite all'interno del boccale la salsa di soia (circa 3 cucchiai, ma dipende dal vostro gusto) e continuate la cottura fino allo scadere con il misurino in posizione.
Componiamo i nostri ravioli al vapore!
Dividete l'impasto in due porzioni ed iniziate stendendone una metà.
Stendetela quanto sottile.
Con un bicchiere (o una tazza) ritagliate dei cerchi.
Successivamente, prendete un cerchio alla volta, e stendetelo ulteriormente con il mattarello qualora non fosse sufficientemente sottile.
Ponete un cucchiaio/cucchiaino di impasto al centro e chiudete il raviolo.
Utilizzate la prima metà di pasta per i ravioli di un tipo e la seconda metà di pasta per il secondo gusto.
Come si chiudono i ravioli?
Come potete vedere dalle immagini dei miei ravioli al vapore ho chiuso in modo diverso i ravioli di carne da quelli di pesce, per far si che i miei commensali potessero riconoscerli.
I ravioli aperti sono, nel mio caso, di pesce: i cestini che contengono il ripieno sono stati realizzati semplicemente pizzicando la pasta lungo i bordi.
Cuociamo!!!
(I ravioli andranno cotti in due diversi momenti: prima quelli di carne e successivamente quelli di carne e pesce).
Posizionate sul fondo dei cestelli del Varoma delle foglie di versa lavate e distribuite al di sopra i ravioli, facendo in modo che non si tocchino assolutamente gli uni agli altri.

Mettete nel boccale l'acqua e fate partire il Bimby: 25 minuti, Varoma, velocità 2.



Ora non dovete far altro che mangiarli!
Buon appetito dalla vostra Buru!