Ultimi Post

C'è poco da fare... abbiamo tutti sbagliato un lavaggio almeno una volta nella vita!
Ed ecco che il nostro bel maglione è infeltrito.
Bene! Non guardiamolo con malinconia, ma pensiamo immediatamente a come poterlo riutilizzare dandogli nuova vita!
Lo stesso vale per vecchi maglioni, magari bucati o mangiati dalle temute tarme, che proprio non ci sentiamo di buttare via!

Le immagini sono tratte nella maggior parte dei casi da Pinterest.
Ecco a voi cosa ha scelto la Buru per voi:

Un caldo paio di babbucce:

Un cappellino per bambini:

Un paio di guanti:

Un paio di scaldamuscoli:

Una borsa per l'inverno:

Una cuccia per cani:

Istruzioni a QUESTO LINK

Un vestito fai da te per il vostro cane:

Un cuscino:


Decorazioni per la vostra casa:


Un originale porta vasi:

Spero di avervi dato qualche spunto per i vostri lavori creativi...
Happy crafting!


Ero scetticissima!
Lo confesso!
Credevo che non sarei mai riuscita a fare i ravioli al vapore tipici della cucina cinese senza ottenere una pasta troppo spessa, magari mezza cruda.... insomma! Immaginavo un disastro!
Poi ho pensato che tentar non nuoce ed ho tentato!
Il risultato è stato pienamente soddisfacente!

I ravioli al vapore possono essere preparati in anticipo e scaldati (naturalmente a vapore).
In casa mia li hanno trovati buoni anche il giorno dopo!!
Naturalmente vanno accompagnati da salsa di soia
La ricetta che vi propongo prevede che voi prepariate i ravioli con entrambe gli impasti, ma a seconda del vostro gusto potete scegliere di farli solo di carne o solo di carne e pesce dimezzando semplicemente la quantità degli ingredienti dell'impasto e mantenendo inalterato il procedimento.
Cosa ci serve:
Per la pasta:
- 250 grammi di farina
- 120 grammi si acqua
- 20 grammi di olio

Per il ripieno di carne:
- 250 grammi di carne macinata di vitello (la ricetta originale richiederebbe il maiale)
- 1 carota
- 1 porro
- olio q.b.
- salsa di soia
- sale q.b.
Per il ripieno di pesce:
- 150 grammi di surimi
- 100 grammi di carne macinata di vitello
- 1 carota
- 1 porro
- olio q.b.
- zenzero in polvere
- sale
Per la cottura:
- 800 grammi di acqua
- una verza

Come si fa:
L'impasto
Cominciamo con il preparare la pasta: inseriamo tutti gli ingredienti nel boccale e azioniamo il Bimby: 25 secondi velocità 5.
Tiriamo fuori dal boccale l'impasto, rovesciandolo di un piano infarinato.
Noterete che è possibile che non si sia formata la classica "palla" di impasto, ma non appena lo lavorerete con le mani diventerà immediatamente un panetto morbido e liscio.
Lasciatelo riposare almeno 30 minuti sotto ad un canovaccio umido.
Sciacquate il boccale.
Il Ripieno - operazione preliminare:
Inserite nel Bimby le due carote ed il porro e frullate: 10 secondi velocità 5
Aggiungete 30 grammi di olio e attivate il Bimby: 5 minuti, 100°, velocità 2
Lasciate metà del trito all'interno del boccale e mettete da parte l'altre metà.
Una metà servirà per i ravioli di carne e l'altra porzione per i ravioli di carne e pesce.
Il ripieno di carne e pesce:
Inserite nel boccale il surimi e la carne tritata, un pizzico di zenzero ed un pizzico di sale.
(Nel boccale era già presente metà del trito di carota e porri preparato in precedenza)
Azionate il Bimby: 10 secondi velocità 5.
Mettete da parte e lavate il boccale.
Il ripieno di Carne:
Inserite all'interno del Bimby il trito di porro e carota che avevate messo da parte, ed azionate il Bimby: 18 minuti, Varoma, velocità 2, antiorario.
Con le lame in movimento inserite all'interno del boccale, attraverso l'apposito foro sul coperchio la carne macinata.
Cuocete con il misurino sul coperchio.
Dopo 10 minuti inserite all'interno del boccale la salsa di soia (circa 3 cucchiai, ma dipende dal vostro gusto) e continuate la cottura fino allo scadere con il misurino in posizione.
Componiamo i nostri ravioli al vapore!
Dividete l'impasto in due porzioni ed iniziate stendendone una metà.
Stendetela quanto sottile.
Con un bicchiere (o una tazza) ritagliate dei cerchi.
Successivamente, prendete un cerchio alla volta, e stendetelo ulteriormente con il mattarello qualora non fosse sufficientemente sottile.
Ponete un cucchiaio/cucchiaino di impasto al centro e chiudete il raviolo.
Utilizzate la prima metà di pasta per i ravioli di un tipo e la seconda metà di pasta per il secondo gusto.
Come si chiudono i ravioli?
Come potete vedere dalle immagini dei miei ravioli al vapore ho chiuso in modo diverso i ravioli di carne da quelli di pesce, per far si che i miei commensali potessero riconoscerli.
I ravioli aperti sono, nel mio caso, di pesce: i cestini che contengono il ripieno sono stati realizzati semplicemente pizzicando la pasta lungo i bordi.
Cuociamo!!!
(I ravioli andranno cotti in due diversi momenti: prima quelli di carne e successivamente quelli di carne e pesce).
Posizionate sul fondo dei cestelli del Varoma delle foglie di versa lavate e distribuite al di sopra i ravioli, facendo in modo che non si tocchino assolutamente gli uni agli altri.

Mettete nel boccale l'acqua e fate partire il Bimby: 25 minuti, Varoma, velocità 2.



Ora non dovete far altro che mangiarli!
Buon appetito dalla vostra Buru!




....siete decisamente dei lettori attenti!
Ho pubblicato da poche ore il tutorial per realizzare ghirlande fai da te e subito mi fate notare che fra le risorse che vi ho postato ci sono i cartamodelli di animaletti... c'è l'alfabeto da stampare, tagliare e cucire.... ma non ci sono cartamodelli di fiori!

Ecco allora che cerco di provvedere quasi in tempo reale, postandovi una selezione di fiori che potrete stampare da casa, ritagliare e cucire!

(Cliccate sull'immagine, tasto destro, salvate sul vostro PC - successivamente stampate!)
Le istruzione e i consigli che vi do sono sempre gli stessi:
 - stampate l'immagine nella dimensione desiderata
- ritagliate le sagome di vostro interesse
- riportatele su un pezzo da cartone
- utilizzate la vostra sagoma in cartone per riportare il disegno sulla stoffa con l'utilizzo di un gessetto da sarta
- tagliate la sagoma dalla vostra porzione di stoffa
- cucite!

Perché riportare prima la nostra sagoma su cartone ed infine sulla stoffa?
Semplicemente per tre motivi:
1) la sagoma in cartone sarà più resistente per altri futuri utilizzi, e vi eviterà di fare nuovamente il lavoro di stampare e ritagliare la forma
2) Nel passaggio dalla carta stampata al cartone potrete tranquillamente utilizzare un pennarello, che invece rischierebbe di macchiare la stoffa o di vedersi a lavoro ultimato
3) una volta ottenuta la sagoma in cartone potrete tranquillamente utilizzare un gessetto da sarta per riportarla sul feltro o sulla stoffa, cosa più difficile da fare se la vostra sagoma fosse in carta.

Se desiderate utilizzare qualche punto per cucito a mano che sia anche in grado di decorare la vostra reazione dovete assolutamente leggere il post in cui vi presenti i principali punti per cucire a mano.
Buon lavoro dalla vostra Buru!

Eccoci arrivati alla seconda parte del nostro tutorial per realizzare allegre ghirlande e fiocchi nascita... questa è la parte "con la ciccia" (come si suole dire)

Cliccando QUI accederete all'elenco del materiale necessario per la realizzazione delle nostre ghirlande.

Ma via! Partiamo subito!

Prendete la fettuccia di cotone e il vostro anello di polistirolo.
Tagliate una porzione di fettuccia lunga circa 1 metro e fissatene una estremità all'anello di polistirolo utilizzando due spilli:
Ora iniziate ad avvolgere la fettuccia intorno all'anello facendo attenzione al fatto che non si formino delle pieghe:
Una volta finito con questa prima porzione di fettuccia fermatene l'estremità con altri due spilli:
Tagliate una nuova porzione di fettuccia e proseguite il lavoro, arrotolando la fettuccia intorno all'anello di polistirolo, tratto dopo tratto, fino a ricoprirla tutta:

Come potete vedere, volendo, potete variare il colore della fettuccia "lungo la strada".
Dall'immagine potete chiaramente notare come gli spilli con cui abbiamo fissato la nostra fettuccia sono spesso visibili, ma questo non vi deve preoccupare, perchè con l'utilizzo di nastri, nastrini e decorazione li faremo sparire:
A questo punto dovete avere in mente "un progetto", vale a dire quella che sarà la disposizione delle vostre decorazioni lungo la ghirlanda. Nel mio caso ho deciso di disporle fra il nastro in pizzo (ad ore 14.00 se si trattasse di un orologio) e il nastro in raso senape (ad ore 19.00/20.00).
In questo modo saprò chiaramente quali e quanti spilli verranno coperti dalle mie decorazioni.
Ora applichiamo, sempre con l'uso di spilli 1 o più nastri che daranno vita alle nostre decorazioni pendenti:
Adesso è il momento di iniziare a preparare le decorazioni da applicare alla nostra ghirlanda!
Come potete notare spesso realizzo le foglie con semplici nastri posti doppi e cuciti stretti ad una estremità.
Probabilmente le vostre decorazioni saranno cucite a mano....
.... qualora foste alla prime armi, sappiate che ho pensato proprio a voi!
Cliccando su QUESTO LINK troverete le istruzioni per realizzare i principali punti di cucito a mano.
Una volta realizzate le prime decorazioni iniziate a posizionarle sulla vostra ghirlanda con l'utilizzo di spilli, in modo tale da poterle spostare all'infinito, fino a quando non troverete la combinazione che più vi soddisfa:

Continuate a realizzare decorazioni varie fino ad ultimare tutta la ghirlanda:

A questo punto potete fissare le vostre decorazioni con la colla a caldo!
Mettete una punta di colla a caldo ad di sotto delle decorazioni, senza staccarle dalla loro posizione: questo basterà a rendere il vostro lavoro indistruttibile!
Occupiamoci ora delle decorazioni pendenti!
Nel mio caso ho decido di utilizzare tre nastri, pertanto mi necessiteranno tre decorazioni.
Per ognuna delle decorazioni scelte, che siano cuori, stelle, fiori o farfalle, dovrò tagliare due sagome uguali.

Se lo desiderata potete decorare una sagoma per coppia.
Io ho deciso di decorare uno dei due cuori:

A questo punto incollate (o cucite!!) le due sagome uguali fra di loro, interponendo il nastro:

Ultima particolarità della ghirlanda è l'utilizzo di una decorazione applicata con cordino animato.
Se vi state chiedendo di cosa si tratta posso ricordarvi che lo avevamo già utilizzato nei segnaposto natalizi.

Dovrete comportarvi proprio come avete fatto poco fa, con le decorazioni pendenti.
Tagliate due sagome uguali (o comunque sovrapponibili), se lo desiderate decorate quella che resterà sul davanti e successivamente le incollate con la colla a caldo interponendo una porzione di cordino cerato (circa 15 cm.)


A questo punto con uno spillo fissate il cordino animato nella posizione migliore: la base del cordino dovrà essere dietro ad un fiore o ad una foglia o comunque in posizione nascosta.
Fissate con una punta di colla a caldo.

Per finire, se lo desiderate, preparate una scritta in feltro.
Potete utilizzare un feltro più spesso e rigido oppure un panno più sottile che metterete doppio e, a scelta, potrete imbottire.

Fossate la vostra scritta con degli spilli per prendere le misure e decidere la posizione:

Staccate una lettera alla volta e fissatela con la colla a caldo.
La vostra ghirlanda è finita!!!



Vi basterà un pezzetto di filo di nailon per poterla appendere alla vostra porta di ingresso o ad un chiodo lungo qualsiasi parete della vostra abitazione!


Sperando di esservi stata di ispirazione..... Happy Crafting!!!

Un bacio dalla vostra affezionata Buru!




















Vi ricordate le ghirlande fai da te che vi ho presentato nello scorso post?
Potete trovarle cliccando QUI



Bene!
Iniziamo oggi la prima parte del tutorial (che ho dovuto suddividere per evitare di scrivere un post decisamente troppo lungo).
In questa prima parte capiremo solo ed esclusivamente qual'è il materiale necessario alla realizzazione della ghirlanda.

Inutile dire che se avete a disposizione la Big Shot una bella fetta del lavoro è fatta.... ma se non ne siete forniti, non disperate! Riuscirete comunque!
Big Shot? Ne abbiamo parlato in QUESTO POST

Se volete acquistarla potrete trovarla ad un prezzo vantaggioso cliccando qui sotto:
Sizzix "Big shot plus" Fustellatrice e starter kit, nuovo formato A4
Anche questo secondo modello, ancora più conveniente, potrebbe bastarvi... si tratta proprio di quella che ho usato io:
Big Shot Sizzix in versione Starter Kit mod 659765

Torniamo a noi e cerchiamo di capire cosa ci serve per realizzare le colorate ghirlande che vi ho mostrato:


- Anello di polistirolo di diametro 25 cm.
- Forbici
- Ago e fili di diverso colore, anche in cotone
- Spilli
- Cordino animato
- Fettuccia di cotone o altre tipologie di fettuccia a scelta
- Nastri, nastrini e pizzi
- Feltro o pannolenci
- Stoffa
- Bottoni, perle e perline
- Filo di nailon
- Pistola per colla a caldo
- Imbottitura o cotone idrofilo
- Sagome e forme da ritagliare
Potete trovare sagome e forme da ritagliare anche in questo blog.
Cliccando QUI

Come potete vedere gran parte del materiale, se siete creative incallite, è già nelle vostre case e a vostra disposizione.... quindi raccogliete quello che vi manca e via!

Siete pronte per la seconda parte del tutorial!!

Happy Crafting!
Care amiche ed amici
negli ultimi post avete potuto notare che qualcosa "bolliva in pentola".
Abbiamo infatti ripreso un discorso, quello del cucito creativo, ho postato il cartamodello di qualche animaletto da poter riprodurre in feltro o pannolenci, vi ho mostrati quali sono i punti base che io utilizzo per cucire a mano.... insomma: dove volevo andare a parare con tutto ciò?

Volevo finire proprio qui:



Queste ghirlande sono realizzate interamente a mano, cucite, incollate e decorate.
Possono essere appese fuori dalla porta della camera di un bimbo, vicino alla sua culla o sul suo lettino e possono essere utilizzate anche come fiocco nascita fai da te.

Se ne cambiate i colori diventeranno ideali per il Natale, da appendere alla porta di ingresso in autunno o in primavera.... insomma: dando sfogo alla fantasia potrete veramente combinarne di tutti i colori.



Vorreste realizzarle?
Bene!
Sono online i tutorial che vi permetteranno di creare ghirlande colorate, allegre ed originali.