Come conservare gli aromi producendo nel contempo un olio aromatizzato

By | martedì, gennaio 13, 2015 Leave a Comment
Avete un orticello con degli aromi?
Siete andati a fare una scampagnata ed avete raccolto del timo selvatico?

Ecco che vi propongo un modo (abbastanza intelligente) per conservarli a lungo e, nel contempo, produrre un olio aromattizzato, utile per preparare innumerevoli piatti che necessitano, per l'appunto, di olio ed erbe aromatiche (dagli arrosti, al coniglio, al pesce.......)

Si tratta, molto semplicemente, di congelarli, in appositi contenitori per cubetti di ghiaccio, ricoperti di olio di oliva:




In questo modo potrete facilmente utilizzarli, porzionati, al bisogno.


Facciamo chiarezza su una cosa: congelare l'olio di oliva.

Congelare l'olio di oliva è possibile e ci permette di avere un prodotto che, una volta scongelato, manterrà in toto il suo profilo sensoriale (olfatto e gusto), a patto che si faccia attenzione ad alcune cose:

- il congelamento deve avvenire il più velocemente possibile (inserite quindi il contenitore nel cassetto "fast freezer" se lo possedete): questo per evitare alterazioni nella struttura molecolare dell'olio stesso.

- il prodotto, una volta scongelato, dura un massimo di due tre giorni, quindi è bene scongelarne solo in necessario.
Il fatto di porzionarlo in piccoli cubetti aiuta molto, in quanto viene utilizzato nell'arco di poche ore, facendo si che si mantenga inalterata ogni sua caratteristica.

Qual'ora vi servissero gli aromi senza olio (ma non mi sovvengono ricette particolari che non li vedano associati) potete tranquillamente aspettare che l'olio di sciolga e sciacquarli, lavando via l'olio di oliva (ERESIAAAAAAAAAAAAA!!!!).

Sono certa che a molte di voi questa chicca potrà tornare utile, oggi o in futuro.... quindi che dire!
Siate creative anche in cucina!!!




Post più recente Post più vecchio Home page

0 commenti: